Parliamo di... - Web Radio Effe

Menù
Vai ai contenuti

Parliamo di...


Volevo dedicare questa pagina ad un genere perlopiù sconosciuto, almeno alla maggioranza delle persone, (me compreso che fino a poco tempo fa non conoscevo l'esistenza di questa musica), ma che però inconsapevoli sicuramente tutti noi abbiamo ascoltato diversi brani di electro swing senza però sapere cosa stavamo in affetti ascoltando e magari apprezzandolo.
L'electro swing un genere musicale che combina le influenze dello swing e del jazz vintage o moderni, mescolati con House, Hip Hop, Drum'n'Bass ed EDM.
Artisti musicali del calibro di Parov Stelar, Caravan Palace, Caro Emerald, Jamie Berry, Alice Francis, Bart & Baker, ProleteR, Peggy Suave, Swing Republic, Waldeck e Wolfgang Lohr sono rappresentativi di questo genere!
Ancor prima che la moda dell'electro swing esplodesse durante il nuovo millennio, Lucas Secon aveva pubblicato Lucas with the Lid Off (1994) considerato uno dei primissimi brani electro swing.
Il genere ebbe un primo momento di notorietà nel 2008, quando uscì l'omonimo album di debutto dei francesi Caravan Palace, che vendette 150.000 copie e raggiunse alti piazzamenti di classifica. L'electro swing raggiunse però il suo momento di massima popolarità nel 2010, (specialmente in Germania, Austria, Francia e Svizzera), anno in cui furono pubblicati Why Don't You Do Right? del disc jockey Gramophonedzie, che campiona l'omonima traccia di Peggy Lee e che raggiunse le più alte posizioni nelle classifiche britanniche, e We No Speak Americano di Yolanda Be Cool, che raggiunse la posizione numero 1 delle chart di diversi Paesi e divenuta uno dei più grandi successi radiofonici dell'estate di quell'anno. L'electro swing ispirò anche artisti non strettamente correlati al genere come gli Icona Pop, la cui Emergency risente influenze swing.
Già all'inizio degli anni '90, però musicisti come i Greenskeepers e Mike Dixon iniziarono a registrare elementi Jazz e Swing nelle loro produzioni contemporanee. Tuttavia, il suono delle tracce prodotte ricordava più Funky House che Swing House. Solo l'etichetta francese G-Swing ha portato nel 1992 un album sul mercato, che potrebbe essere chiamato Swing House. Uno dei primi successi nelle classifiche fu il brano Doop del duo di Dutch House Doop nel 1994. Alla fine degli anni '90, la Swing House godette di grande popolarità fino a scomparire all'inizio del 2000.
Nu-Jazz, sviluppandosi durante questo periodo, combina Funk e Jazz, ma anche Swing con Dance, House e Techno. Uno dei rappresentanti più famosi è il francese Ludovic Navarre aka St. Germain. Molti artisti Electro Swing provenivano dalla scena del Nu-Jazz. Il 2005 è iniziato con artisti come Parov Stelar e Caravan Palace, che hanno rafforzato il suono di G-Swing e Waldeck, il trionfo del genere giovane. Poi G-Swing ha pubblicato, alla fine del 2006, Swing per il primo album Electro Swing di Modern Clubbing. Un punto cruciale è stato raggiunto quando nel 2009 è apparsa la prima compilation, che è stata chiamata dalla rivista di musica dance inglese Mixmag come la prima pietra miliare dell'Electro Swing!
Da quando il duo australiano Yolanda Be Cool & DCUP con il loro successo "We No Speak Americano" è stato trasmesso ovunque nelle stazioni radio europee, l'Electro Swing ha avuto la meglio. L'etichetta francese Wagram ha pubblicato nel 2010 con il nome "Electro Swing Fever" quattro compilation con le sue attuali registrazioni e remix. In seguito l'etichetta britannica Freshly Squeezed, fondata nel 2005 da Nick Hollywood, è diventata leader nel dare un tocco di musica dance moderna ai dischi vintage!
Alla fine del 2011, un video promozionale dal Cosmopolitan Las Vegas, utilizzava la canzone “Booty Swing” di Parov Stelar, presentando per la prima volta al pubblico americano lo stile musicale influenzato dall'Europa della musica popolare.
Electro Swing è molto vario e sfaccettato. Quindi si è sempre evoluto e si è mescolato con molti altri stili di musica, creando nuovi sottogeneri. I sottogeneri più affermati sono: Swing House, Neo Swing, Swing Hop, Glitch Swing e Swing'n'Bass!
E beh, nessuno può dire con precisione ... È veramente un'esperienza individuale e di gruppo, ed è questo che ci piace. Aiuta le persone a stare insieme, a divertirsi e a dimenticare i loro problemi. Non ci sono regole, solo divertimento, eccitazione e la promessa di ballare fino a tardi..





Grazie per queste info a Francesco "PieffeDJ" ed al suo gruppo Facebook: "Electroswing Napoli" cliccate sull'immagine per essere indirizzati al gruppo.
Torna ai contenuti